Prodotti da costruzione per carpenteria

Prodotti da costruzione per carpenteria

 I prodotti da costruzione e gli elementi di falegnameria devono essere igienici, belli e confortevoli nell'utilizzo; possono essere divisi in cornice, piastra, cornice-piastra di forma rettilinea e curvilinea.

Sotto l'influenza della temperatura e dell'umidità, il legno può cambiare le sue dimensioni entro limiti abbastanza ampi. Ad esempio, durante l'essiccazione dal limite di igroscopicità (umidità) a uno stato completamente asciutto, a seconda della specie, il legno cambia le sue dimensioni lungo le fibre dallo 0,1 allo 0,3%, nella direzione radiale dal 3 al 6% e nel direzione tangenziale dal 6 al 10%. Così, durante l'anno, l'umidità delle porte esterne in faggio varia dal 10 al 26%. Ciò significa che ogni pannello in quella porta, che è larga 100 mm, aumenta le sue dimensioni di 5,8 mm quando si bagna e si restringe della stessa quantità quando diventa ariosa. In questo caso, compaiono delle crepe tra le schede. Ciò può essere evitato se i manufatti di falegnameria sono costruiti in modo tale che le inevitabili modifiche delle singole parti del manufatto avvengano liberamente, senza disturbare la forma della resistenza. Quindi, ad esempio, quando si realizza una porta con un inserto, questo inserto, che viene inserito nelle scanalature dei fregi verticali del telaio, dovrebbe avere uno spazio compreso tra 2 e 3 mm, ma in modo che quando è completamente asciutto, ancora non esce dalla scanalatura (fig. 1).

20190928 104738 15

Figura 1: Sezione di una porta con un inserto

I prodotti di falegnameria devono essere costituiti da lamelle strette solide o incollate (telai di porte in legno, pannelli di carpenteria, ecc.).

Gli elementi costruttivi di carpenteria non subiscono sollecitazioni statiche o dinamiche maggiori durante il loro sfruttamento. Eppure, quando si costruiscono questi prodotti, bisogna fare attenzione che la direzione della tensione coincida con la direzione delle fibre di legno, o che si discosti leggermente da essa. In caso contrario, la forza dell'elemento può essere notevolmente ridotta.

Gli elementi dei prodotti da costruzione di carpenteria nella direzione o ad angolo sono collegati tra loro mediante tasselli e tacche - scanalature, utilizzando colla, viti, nastro metallico ed esterni.

Molto spesso, gli elementi sono collegati utilizzando spine e tacche. La forza del collegamento degli elementi al tassello e alla mortasa dipende dall'umidità del materiale e dalla precisione del tassello e della mortasa.

La maggior parte degli elementi edili di carpenteria sono collegati con una spina singola o doppia che ha una forma piatta o rotonda. Tuttavia, quando si realizzano porte, vengono ampiamente utilizzati cunei rotondi: tasselli per il collegamento di elementi verticali e orizzontali, telai di porte con inserti, ecc. Queste connessioni non riducono la resistenza del prodotto e forniscono un risparmio di legno del 17% rispetto ad altri metodi.

Quando si realizzano porte, mobili da incasso, cabine per ascensori, ecc. i frontali delle tavole e delle billette sono fissati ad un doppio tassello, con un tassello e una tacca e con un tassello e una tacca con un dente. In questi casi le tavole e le doghe vengono collegate con tasselli tondi piatti e tacche o inseriti pioli di legno (fig. 2, 3, 4)

20190928 104738 16

Figura 2: elementi porta incollati rivestiti con impiallacciatura

20190928 104738 17

Figura 3: Dettagli dei collegamenti della plancia

20190928 104738 18

Figura 4: Il collegamento delle parti verticale e orizzontale della porta con perni tondi inseriti

Affinché il prodotto sia solido e abbia una rigidità sufficiente, deve esserci una certa relazione tra le dimensioni del tassello e gli elementi. Si consigliano i seguenti rapporti dimensionali: la larghezza del cuore deve essere uguale alla metà della larghezza dell'elemento in cui si trova la scanalatura; la lunghezza della spina deve essere uguale all'intera larghezza della billetta o della scheda meno le spalle della connessione; lo spessore del vero tassello va da 1/3 a 1/7. e lo spessore del doppio tassello da 1/3 a 2/9 dello spessore dell'elemento; dimensione della spalla da 1/3 a 2/7 per il primo tassello e da 1/5 a 1/6 dello spessore dell'elemento per il doppio tassello; la larghezza della tacca per il doppio tassello deve essere uguale allo spessore del tassello stesso.

Ci sono diversi tipi di connessioni. I più importanti sono riportati nella Figura 5.

20190928 122009 1

Figura 5: Diversi tipi di connessioni di carpenteria

In pratica, le placche sono per lo più legate con un farmaco sui lati di contatto, sulla lingua e sul solco con il cervello. Quando i travetti sono collegati per tutta la larghezza con la colla, i lati di collegamento dei travetti devono essere forati senza intoppi, assemblati rapidamente in tavole fissate con cunei. Le tavole incollate devono essere piallate su entrambi i lati su una pialla a doppia faccia, in modo da rimuovere le irregolarità create durante l'incollaggio.

L'incastro maschio e femmina può essere rettangolare, triangolare, semicircolare, ovale oa coda di rondine. Questo metodo è più spesso applicato quando si realizzano telai di porte, parquet, elementi verticali e orizzontali per porte da scarti su macchine speciali - macchine automatiche di giunzione e richiede un grande consumo di legno, quindi dovrebbe essere applicato solo in caso di estrema necessità.

Il collegamento con il truciolare viene utilizzato nella produzione di pavimenti in parquet. Il cervello è fatto di legno tenero. Gli elementi di porte e finestre, i mobili da incasso per la casa, le cabine degli ascensori, ecc. sono fissati con viti. Prima di girare, le viti devono essere ingrassate con stearina, grafite sciolta in olio vegetale, grasso simile.

Nei punti in cui arriveranno le viti, è necessario praticare dei fori la cui profondità è approssimativamente uguale al doppio della profondità della filettatura. Se invece è necessario collegare due elementi di spessore maggiore, allora si pratica un foro pari al diametro della vite.

I collegamenti mediante elementi di fissaggio in ferro (fig. 6) non sono molto utilizzati nella pratica, ma possono essere utilizzati per collegare elementi verticali con elementi orizzontali, per porte di tamponamento e porte con tamponamento.

20190928 123217 1

Figura 6: Collegamenti mediante elementi di fissaggio in ferro

I collegamenti mediante chiodi non vengono utilizzati per il collegamento di elementi di carpenteria. I cunei di legno vengono utilizzati nella fabbricazione di finestre, porte e altri prodotti da costruzione di carpenteria, quindi per legare ulteriormente gli elementi nei punti di collegamento e per prevenire la deformazione dei vari telai durante il loro sfruttamento.

Una caratteristica dei collegamenti di carpenteria mediante tasselli è che possono essere realizzati solo con l'uso di colla. Questi collegamenti non devono essere realizzati senza incollaggio. Gli elementi incollati tra loro devono rimanere ben saldi nel morsetto per almeno 6 ore sotto una pressione da 2 a 12 kg/cm2,
Gli elementi massicci dei prodotti di falegnameria possono essere assemblati incollando elementi più piccoli di un tipo di legno, nonché combinando specie nobili e legno ordinario. Gli elementi verticali e orizzontali di finestre, porte, scatole e altri prodotti possono essere realizzati in legno di conifere incollato, rivestito con assi di quercia di spessore 8 - 10 mm (fig. 7). È preferibile incollare gli elementi e ricoprirli di legno utilizzando colle feno-formaldeide stabili in acqua.

20190928 123217 11

Figura 7: elementi di porte e finestre incollati, rivestiti con piastrelle in legno duro
L'assemblaggio delle strutture del telaio e delle strutture del telaio con piastre viene effettuato utilizzando morsetti meccanici, idraulici o pneumatici.

Articoli Correlati